Meeting Minutes del 29/2/2020

Meeting Minutes del 29/2/2020

“Spesso, a Westerbork, quando andavo in giro con quei chiassosi, litigiosi, e fin troppo attivi membri del Consiglio Ebraico, mi veniva da pensare: su, lasciatemi essere un pezzetto della vostra anima. Lasciatemi essere la baracca in cui si raccoglie la parte migliore, che esiste sicuramente in ognuno di voi. Io non ho bisogno di fare così tanto, io voglio solo esserci. Lasciatemi essere l’anima in questo corpo. E prima o poi trovavo in ognuno di loro un gesto o uno sguardo più nobile, di cui credo fossero appena coscienti. E me ne sentivo il custode.”

Etty Hillesum
Per la prima volta da quando è scoppiata l’epidemia, il 28 febbraio ci sono stati più nuovi casi nel mondo che in Cina. Dopo due mesi, l’epidemia sembra aver superato la sua fase peggiore nel Paese asiatico, anche se sono ormai 49 gli Stati coinvolti: otto più di giovedì. L’Oms ha rivalutato il rischio di diffusione globale, portandolo a livello «molto alto». L’Italia – con 889 casi riportati dall’agenzia Reuters, la metà dei quali senza sintomi, e 21 morti — rimane il terzo Paese per casi di coronavirus, dopo la Cina (79.251 contagiati, 2.835 morti) e la Corea del Sud (3.150 contagiati, 17 morti:.

Siamo addolorati che vengano diffusi messaggi ai media che in Cina mangiano topi vivi (visti da tutti, sigh!), mentre i veneti sono puliti e si lavano.

Per lutto per i morti oggi rimaniamo in silenzio. Senza ulteriori frasi di meditazione.

Meeting Minutes del 28/2/2020

Meeting Minutes del 28/02/2020

Preghiamo per il personale sanitario tutto: oggi il Corriere ci informa che nessuno vuole dare il cambio ai tre infermieri di Codogno.

 

Abbi pietà di noi.
Abbi pietà
dei nostri sforzi,
così che,
dinnanzi a te,
in amore e fede,
rettitudine e umiltà,
possiamo seguirti,
in autodisciplina e fede e coraggio,
e incontrarti
in quiete.

Dag Hammarskjöld

* 1986 Viene ucciso a Stoccolma il primo ministro svedese Olof Palme

” ‘Non preoccupatevi dunque del domani, perchè il domani si preoccuperà di se stesso; a ciascun giorno basta la sua pena’ . E’ l’unico atteggiamento con cui si possa affrontare la vita qui. ”
(cit. Matteo, 6,24)

Etty Hillesum

Meeting Minutes del 28/2/2020

Meeting Minutes del 28/02/2020

Preghiamo per il personale sanitario tutto: oggi il Corriere ci informa che nessuno vuole dare il cambio ai tre infermieri di Codogno.

 

Abbi pietà di noi.
Abbi pietà
dei nostri sforzi,
così che,
dinnanzi a te,
in amore e fede,
rettitudine e umiltà,
possiamo seguirti,
in autodisciplina e fede e coraggio,
e incontrarti
in quiete.

Dag Hammarskjöld

* 1986 Viene ucciso a Stoccolma il primo ministro svedese Olof Palme

” ‘Non preoccupatevi dunque del domani, perchè il domani si preoccuperà di se stesso; a ciascun giorno basta la sua pena’ . E’ l’unico atteggiamento con cui si possa affrontare la vita qui. ”
(cit. Matteo, 6,24)

Etty Hillesum

Non lasciamo solo Patrick! Sabato 7 marzo la prossima udienza

27.02.2020 – Riccardo Noury

Non lasciamo solo Patrick! Sabato 7 marzo la prossima udienza
(Foto di agenzia Dire)

Sabato 7 marzo sarà trascorso un mese dall’arresto, avvenuto all’aeroporto del Cairo, dello studente dell’Università di Bologna Patrick Zaky.

Come sappiamo, sabato 22 febbraio Patrick è entrato nel tunnel della detenzione preventiva rinnovabile di 15 giorni in 15 giorni per “supplemento d’indagine”. Subito dopo, è stato trasferito da una stazione di polizia al carcere di Mansoura, col divieto di incontrare avvocati e familiari fino al 5 marzo.

Un brutto segnale. Se non ci saranno pressioni forti sul piano diplomatico, Patrick rischia di rimanere in questa situazione sospesa per mesi. Per, nel migliore dei casi, ottenere un tardivo riconoscimento d’innocenza o, nel peggiore, subire una lunga condanna al termine di un processo basato su prove fabbricate.

Da qui l’invito a proseguire la mobilitazione, nelle forme che l’attuale emergenza sanitaria in Italia renderà possibili: ad esempio firmando l’appello sul sito di Amnesty International (www.amnesty.it), facendo rumore sui social e manifestando in piazza, alla vigilia dell’udienza del 7 marzo, nei luoghi in cui sarà consentito.

Meeting Minutes del 27/2/2020

* 1933 Incendio del Reichstag, il Parlamento Tedesco

*1986 In Afghanistan , il regime dei Talebani ordina la distruzione delle antiche statue di Budda scavate nella roccia a Bamiyan.

“Solo la luce che uno accende a se stesso risplende in seguito anche per gli altri.”

Arthur Schopenhauer

5 miniti fa un conduttore Sky definiva “poco rassicurante” che il mio (pur non essendo mai stato leghista e mai lo sarò) Presidente di Regione mette la mascherina: sottolineo che nella mia provincia varesina non vi è nessun caso di contagio. Apprezzo  il senso di responsabilità e di esempio di Fontana, pur avendo avuto come risultato del  tampone negativo… . Nessun contagio nel Varesotto. Un dato che fa invidia agli svizzeri, che non vedevano l’ora di un pretesto per bloccare i frontalieri. Una marea di gente del Varesotto. Ci sono casi di infettati in Svizzera di cui nessuno parla

A Rescaldina (MI) il caso dei due residente contagiati ricoverati a Legnano, il Sindaco di centrosinistra, si è trasformato in virologo e rassicura la stampa della inesistenza di problemi. Mente sapendo di mentire.

Io boicotto Sky.

Occupazione turca della Siria settentrionale: diversi luoghi tagliati fuori dalla fornitura d’acqua

26.02.2020 – Associazione per i Popoli Minacciati

Occupazione turca della Siria settentrionale: diversi luoghi tagliati fuori dalla fornitura d’acqua

La potenza occupante turca nella Siria settentrionale ha completamente
tagliato la fornitura d’acqua alla città di Al Hasakeh e ad altri villaggi del nord-est della Siria. Lo riferiscono la radio locale indipendente arta.fm e l’Osservatorio siriano per i diritti umani in Gran Bretagna, nonché i referenti locali dell’Associazione per i popoli minacciati (APM).

Secondo i rapporti, i soldati turchi e le milizie siriano-islamiche alleate con loro sono entrati nell’impianto di depurazione dell’acqua nella regione di Ras Al Ain (in curdo Serê Kaniyê) e hanno cacciato il personale. Di conseguenza, la fornitura di acqua potabile alla popolazione delle regioni colpite è stata interrotta.

Nella sola città di Al Hasakeh vivono più di di 200.000 persone di origine curda, araba, assira/aramaica e armena e di fede musulmana, cristiana e yezida. Sono 200.000 persone che ora si trovano a dover sopravvivere senza acqua potabile e pulita, spiega Kamal Sido, esperto per il Medio Oriente dell’APM”. L’azione della Turchia dimostra ancora una volta che sta facendo tutto il possibile per consolidare il suo potere nel Nord della Siria e per combattere l’autogestione autonoma della popolazione civile che vi abita.

Proteggere il popolo, come sostiene il governo di Ankara e come chiede la NATO, non è affatto lo scopo della potenza occupante turca. Uno Stato realmente interessato al destino della popolazione civile non taglierebbe l’acqua potabile a centinaia di migliaia di persone per far rispettare obiettivi politici o interessi geopolitici”, ha commentato Sido. “Con questa politica, la
Turchia sta calpestando il diritto umanitario internazionale”.

Mentre la comunità internazionale condanna giustamente ogni attacco di
Assad e di Putin alla provincia di Idlib, controllata dagli islamisti, dove la popolazione civile siriana soffre in modo inimmaginabile, non è altrettanto decisa nel condannare le massicce violazioni dei diritti umani e i crimini di guerra che la Turchia, Stato membro della NATO, continua a commettere contro le minoranze nel nord della Siria.