25 aprile 1945: la liberazione – GIOVANNI GALBERSANINI

25 aprile 1945: la liberazione

GIOVANNI GALBERSANINI (vivente)

“Un po’ di giorni prima si sentiva che c’era già qualche cosa per aria e abbiamo cominciato a prepararci; io le armi le conoscevo già perché avevo fatto l’addestramento in Germania.

Gli avieri che erano nella Villa Restelli avevano paura, i tedeschi non uscivano più dal magazzino….allora siamo andati su a Fagnano e a Solbiate a fare l’addestramento con il Lago, per andare all’attacco dello stabilimento.”

 

8 settembre 1943: militari allo sbando – PIERA COLOMBO MALTAGLIATI

8 settembre 1943: militari allo sbando

PIERA COLOMBO MALTAGLIATI

“Ricordo che nel 1944 c’erano degli avieri inglesi abbattuti e che si erano rifugiati al Gerbone in un capanno.

I signori Borsetta e Macchi andavano qualche volta a trovarli e ogni tanto incaricavano mia mamma, la Carolina Colombo (mentina), di potar loro da mangiare. E lei andava anche se aveva già 60 anni.”