Meeting Minutes

Meeting Minutes del 31 agosto: non parliamo di chiese perchè siamo solo laici religiosi senza chiesa, Shabbat shalom
 
 
La precisazione “non parliamo di chiese perchè siamo solo laici religiosi senza chiesa” è motivata dal respingimento di messaggi che riguardano fatti interni delle chiese cristiane, che riceviamo in modo ostinato da certe persone su Facebook. Che vengono respinti.
 
“…E poi aspettando il tram Jan chiedeva con amarezza: cosa spinge l’uomo a distruggere gli altri? E io: gli uomini, dici – ma ricordati che sei uomo anche tu…Il marciume che c’è negli altri c’è anche in noi..e non vedo nessun’ altra soluzione, veramente non ne vedo nessun’ altra, che quella di raccoglierci in noi stessi e strappar via il marciume “
 
Etty Hillesum
 
 
Il più grande ostacolo per trovare le risposte è la nostra svogliatezza nel cercarle
 
Zygmunt Bauman
 
* 1994 L’IRA dichiara la cessazione di tutte le operazioni militari.
 
* 1867 muore a Parigi il poeta francese Charles Baudelaire
 
* 2019: sono aperte le prenotazioni per l’agenda Giorni Nonviolenti 2020 di Quale Vita: aderiamo ma per non danneggiare commercialmente la Casa, pubblichiamo sempre quelle degli annui precedenti.
 
“Tacere non significa essere muti, come la parola non è chiacchiera. State muti non ci dà solitudine e chiacchiere non ci à comunità.”
 
Dietrich Bonhoeffer

Ne servono 50 di adesioni per entrata in vigore…

Il Kazakistan ha ratificato il Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari

30.08.2019 – New York – International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Quest’articolo è disponibile anche in: IngleseGreco

Il Kazakistan ha ratificato il Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari
(Foto di ONU)

Il 29 agosto, Giornata internazionale contro i test nucleari, il Kazakistan ha depositato il suo strumento di ratifica del Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari, diventando il 26° Stato firmatario a ratificarlo. Il Trattato entrerà in vigore al momento della cinquantesima ratifica.

Come ricorda una nota di ICAN, dal 1949 al 1989, circa 456 test nucleari sovietici – tra cui 116 test atmosferici – sono stati effettuati nel sito di Semipalatinsk in Kazakistan, con conseguenze devastanti a lungo termine per la salute umana e l’ambiente.

Dopo la dissoluzione dell’Unione Sovietica, il Kazakistan ha ereditato circa 1.400 testate nucleari, che ha poi smantellato, riconoscendo che il modo migliore per avere sicurezza è il disarmo.

La data del 29 agosto 2019 ha un significato particolare per il Kazakistan. Sono trascorsi 70 anni dal primo test nucleare sovietico nel sito di Semipalatinsk e 28 anni dalla chiusura formale di quel sito.

Lo staff internazionale della campagna ICAN si congratuola con il Kazakistan per la sua ratifica e ricorda i continui sforzi di Alimzhan Akhmetov, del Centro per la sicurezza e la politica internazionale in Kazakistan, per incoraggiare il governo kazako a compiere questo importante passo.

Un importante momento per l’aumento delle  firme e ratifiche del trattato sarà quello della cerimonia ad alto livello che si terrà a New York il 26 settembre.