Meeting Minutes del 3/6/2020

Meeting Minutes del 3/6/2020

“È dunque così che vivono gli uomini: …….cercano negli altri uno strumento per coprire la propria voce interiore. Se ascoltassimo solo un po’ di più questa voce, se provassimo solo a farne risuonare una dentro di noi, quanto meno caos ci sarebbe.”
Etty Hillesum

Non dal mondo a Dio, ma da Dio al mondo va la via di Gesù Cristo e dunque la via di tutto il pensiero cristiamo
Dietrich Bonhoeffer

* Muore Papa Giovanni XIII

Non piangere quando tramonta il sole, perchè le lacrime ti impedirebbero di vedere le stelle
Rabidindrant Tagore


Preghiera per chi è in ricerca di Gesù

Io, te e la pace

Ho pregato, Signore, perché ci sia la pace.
Quella pace che abbatte i muri, le frontiere.
Quella pace che accende la speranza.
Quella pace che invoca a gran voce l’amore.
Quella pace che…
Ma tu non mi hai ascoltato!
Ed ora capisco che colui che doveva ascoltare non eri tu, ma ero io!
Uomo o donna che sia, ero io!
In ogni riga di certi testi è nascosta implicitamente negli strati profondi tutta una società e una cultura.
Negli strati profondi dei vangeli, anzi, sono implicite due società e culture: quella dell’evangelista che si sovrappone e in qualche modo cela la società e la cultura di Gesù
Mauro Pesce, biblista

Poesia

OFFER

I am not

An empty coffer

For there is much

I have to offer

David Herr

OFFERTA

Non lo sono

Una cassa vuota

Perché c’è molto

Devo offrire

Davide Herr
Memoria

On this date in 1960 (June 3rd), Paul Comly French died. (Born March 19, 1903.) #Pacifist. Anti-war activist. Reporter. Born into a Quaker family in Philadelphia, Pennsylvania. First Executive Secretary for the National Service Board for Religious Objectors (NSBRO), an organization supported by the Mennonite Central Committee, the American Friends Service Committee, and the Brethren Service Committee. Buried in the Old Pennepack Baptist Church Cemetery, Philadelphia.
~The Marginal Mennonite Society Heroes Graveyards Series.In questa data nel 1960 (3 giugno) morì Paul Comly French. (Nato il 19 marzo 1903.) #Pacifista. Attivista anti-guerra. Reporter. Nato in una famiglia Quaker a Philadelphia, Pennsylvania. Primo Segretario esecutivo per il National Service Board for Religious Objectors (NSBRO), un’organizzazione sostenuta dal Comitato Centrale Mennonite, dal Comitato American Friends Service Commit Seppellito nel cimitero della Chiesa Battista di Pennepack, Philadelphia.
~ La serie Marginal Mennonite Society Heroes Graveyards. · Valuta questa traduzione

Annunci

Meeting Minutes serale: preghiamo contro il razzismo negli USA e in tutto il mondo, Italia compresa

#BlackLivesMatter

” Non ci può essere pace senza giustizia; nessun amore senza fiducia; e nessuna unità senza uguaglianza…

Insieme ai Quakers negli Stati Uniti, e al loro American Friends Service Committee siamo con coloro le cui vite sono feliate da politiche razziste e discriminatorie… Preghiamo per il coraggio e la fermezza che saranno necessari mentre sosteniamo la nostra testimonianza di uguaglianza, giustizia, pace, sostenibilità e verità. Per noi, la preghiera è inseparabile dall’azione.

L ‘ umanità ha bisogno di leader di integrità e coscienza, pronti per essere tenuto conto da individui e istituzioni, nazionali e internazionali. Preghiamo per coloro che sono in posizioni di potere. Li invitiamo, come funzionari pubblici, a lavorare con tutta la buona fede per costruire il mondo che cerchiamo, a fertilizzare il terreno in cui i teneri spara di pace, amore e unità possono fiorire.”

Nel 2017 Meeting for Sofferings, l’organo rappresentativo dei Quakers britannici, ha fatto questa dichiarazione. Riaffermiamo il nostro impegno Quaker a portare testimoni pubblici contro l’ingiustizia e il diritto dei cittadini di tenere conto dei propri governi.

“Con la violenza puoi uccidere colui che odi, ma non uccidi l’odio”, diceva Martin Luther King

Siamo uniti come quaccheri su questo fronte di cambiamento del mondo con tutte le sensibilità interne e diverse. Ovunque nel mondo.

Meeting Minutes del 2/6/2020: il 5% degli italiani possiede 80% della ricchezza. Non siamo un paese unito sig. Presidente!

Meeting Minutes del 2/6/2020: il 5% degli italiani  possiede 80% della ricchezza. Non siamo un paese unito sig. Presidente!

La solidarietà del genere  umano non è solo un segno bello e nobile, ma una necessità pressante .un “essere onon essere”,una questione di vita o di morte
Immanuel Kant


” E a volte l’essenziale della giornata è la pausa di riflessione tra due profondi respiri “
Etty Hillesum


“Sono felice di natura, mi piace la gente, non sono sospettosa e voglio vedere tutti felici e insieme.” – ANNE FRANK

Il cristianesimo ci appare contemporaneamente in molte e diversedimensioni della vita; in un certo senso ospitiamo in noi Dio e ilmondo intero
Dietrich Bonhoeffer

* Festa della Repubblica
* 1946 Italia: referendum monarchia- repubblica .Per la prima volta votano le donne e il sud è in maggioranza monarchico

Lo scrittore scrive sulla carta, l’educatore sugli animi delle persone
Karl Popper


Mandaci, o Dio, dei folli

(Madeleine Delbrel)

Mandaci, o Dio, dei folli,
quelli che si impegnano
a fondo,
che amano sinceramente,
non a parole,
e che veramente sanno
sacrificarsi sino alla fine.
Abbiamo bisogno di folli
che accettino di perdersi
per service Cristo.
Amanti di una vita semplice,
alieni da ogni compromesso,
decisi a non tradire,
pronti a una abnegazione totale,
capaci di accettare qualsiasi compito,
liberi e sottomessi al tempo stesso,
spontanei e tenaci,
dolci e forti.

Poesie

STRANGER

No one is a stranger

Unloved and unknown

But a new friend

With a soul

Like my own

David Herr

STRANIERO

Nessuno è uno sconosciuto

Non amato e sconosciuto

Ma un nuovo amico

Con un’anima

Come il mio

Davide Herr

Per un 2 giugno nonviolento

01.06.2020 – Mao Valpiana

Per un 2 giugno nonviolento
(Foto di difesacivilenonviolenta.org)

Si chiama Repubblica Italiana, è nata il 2 giugno del 1946, in un’urna elettorale, figlia della Resistenza e del Referendum. Democratica, unitaria, parlamentare, ha superato i traumi della dittatura e della  guerra e ha poi partorito la Costituzione.

È questa la Repubblica che festeggiamo dopo 74 anni. È la nostra forma di stato, è il nostro patto istituzionale. Quando parliamo di “patria” (ma sarebbe meglio chiamarla “matria”, al femminile, come nella lingua tedesca, heimat, che dà un senso di cura, di casa, di accoglienza materna), parliamo della Repubblica che ha contribuito alla nascita dell’Europa concepita a Ventotene, che ne ha allargato i confini, che è inclusiva, aperta al futuro. Ecco, questa è la Repubblica, la patria che noi festeggiamo.

I simboli della “difesa della Patria” oggi sono le mascherine, i guanti, il disinfettante; simboli di tutela della vita, della salute dei più
deboli e fragili. Gli strumenti militari, invece, cacciabombardieri, blindati e corazzate non sono serviti a fermare il virus, non ci hanno difeso. La proposta di rendere istituzionale l’organizzazione della Difesa non militare nasce dalla constatazione che essa è già operante nella società civile, e per questo ha raccolto il sostegno e l’adesione delle reti impegnate sui temi della pace, del disarmo, della nonviolenza, del servizio civile, della solidarietà, (Conferenza Nazionale Enti di Servizio Civile, Forum Nazionale per il Servizio
Civile, Rete della Pace, Rete Italiana per il Disarmo, Sbilanciamoci!, Tavolo Interventi Civili di Pace).

Dunque, se davvero vogliamo difendere la Repubblica, dobbiamo potenziare le forme della difesa civile, non armata e nonviolenta. È per questo che proprio oggi, 2 giugno, abbiamo fatto un ulteriore passo con la Campagna “Un’altra difesa è possibile”, presentando al Parlamento una Petizione (in base all’articolo 50 della Costituzione), per chiedere un provvedimento legislativo sulla Difesa civile non armata e nonviolenta.

Vogliamo rimuovere l’ostacolo delle enormi spese militari ed avere a disposizione risorse per garantire la difesa costituzionale, sanità, istruzione, formazione, ricerca, servizio e protezione civile.

Abbiamo avviato la Campagna “Un’altra difesa è possibile” nel 2014, con un testo di legge di iniziativa popolare depositato alla Camera con cinquantamila firme, poi accolto da oltre settanta parlamentari e assegnato alle Commissioni difesa e affari costituzionali. Ora vogliamo rilanciare, e lo facciamo con la forma della Petizione, coinvolgendo direttamente i Presidenti del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati. Abbiamo chiesto loro un incontro urgente, perchè non possiamo permetterci di perdere ulteriormente tempo e sperperare altro denaro nelle spese militari. La patria/matria, la Repubblica, è sotto attacco,
colpita da ingiustizie, povertà, disoccupazione, inquinamento, e deve essere difesa con misure efficaci, che solo la Difesa civile non armata e nonviolenta può offrire.

Dopo la pandemia e l’emergenza sanitaria, le forze da mettere in campo sono quelle del lavoro, medici e infermieri, le categorie delle arti e dei mestieri, gli studenti, gli educatori, gli immigrati, i bambini e le bambine, le madri e i padri, le ragazze e i ragazzi del Servizio civile universale. Queste sono le vere ricchezze della Repubblica che ripudia la guerra.

Mao Valpiana

Meeting Minutes del 1/6/2020

Meeting Minutes del 1/6/2020

“…e basta solo esserci con tutto il cuore “
Etty Hillesum

1 GIUGNO 2020: RIAPRONO LE VISITE PRESSO “LA CASA DI ANNE FRANK”, AMSTERDAM!
Per chiunque avesse programmato una visita presso il Museo “La Casa di Anne Frank” di Amsterdam o stesse programmando una visita, annunciamo che dal 1 giugno 2020 sarà di nuovo possibile visitare la “Casa di Anne Frank”.
Per non dimenticare.
Per sapere, riflettere, confrontarsi e testimoniare.


Per saperne di più e leggere i nuovi regolamenti:
https://www.annefrank.org/en/museum/tickets/

Chi ama di più un sogno di comunità cristiana che non la comunità stessa, ne sarà il distruttore, anche se personalmente l’ha inteso in sesnso onesto, serio e devoto.

Dietrich Bonhoeffer

Mauro Pesce: I movimenti di Giovanni Battista e di Gesù furono grandi movimenti di massa.
Ritengo francamente ridicolo che la maggioranza dei libri e delle conferenze live o on line presentino Gesù e il Battista come fossero pensatori isolati che elaboravano idee astratte a tavolino. Le religioni sono grandi fenomeni di massa.

Per un metodo di analisi più adeguato vedi: https://www.academia.edu/38516575/Momenti_creativi_brevi._Ipotesi._Per_una_diversa_comprensione_del_movimento_di_Ges%C3%B9?fbclid=IwAR1CWdP2y7sIdRW6H-EOSV0ot5TSB-T_Ml-f_526QXazbEMUz32s-dcZdJU

Poesie

LIFE

When I ask

What does life mean

I find answers

I what’s not seen

David Herr

VITA

Quando lo chiedo

Cosa significa la vita

Trovo risposte

Io quello che non si vede

Davide Herr

STRESSED

In my life

When I am stressed

Let me pray

And know I am blessed

David Herr

STRESSO

Nella mia vita

Quando sono stressato

Lasciatemi pregare

E sappiate che sono benedetto

Davide Herr

* In Rhodesia finisce dopo oltre 90 anni il dominio dei bianchi

La resilienza è la capacità di persistere, di far durare la motivazione nonostante gli ostacoli e le difficoltà

Pietro Trabucchi

Preghiera per la conversione dei seminatori d’odio,i militaristi e razzisti-xenofobi.

Fa’ che io veda

(August Berz)

Dio, bellezza infinita, tu hai sparso lo splendore della tua bellezza sui fiori, nelle stelle, nel gioco di colori della natura, sul volto e l’aspetto degli uomini.
Tu ci hai dato gli occhi per percepire questo tuo splendore tramite la creazione e la comprensione della bellezza e dell’arte umana. Tu ci hai pure dato la facoltà per poter risalire da essi verso te.
Dio, bellezza infinita, donaci gli occhi dello Spirito Santo per poterti riconoscere in tutto quanto vi è di bello nel creato.

Non dimentichiamo i nostri martiri cristiani quaccheri, che in Italia non sono mai citati nelle loro assemblee ecumeniche di chiese:proprio come gli anabattisti.

On this date in 1660 (June 1st), Mary Dyer was executed by hanging in #Boston, Massachusetts. She was a #Quaker preacher, one of several who repeatedly defied a Puritan law banning Quakers from Massachusetts Bay Colony. She was about 50 years old. Some sources say her execution took place on Boston Common. Actually, the gallows at the time were located about a mile south, in the Boston Neck area. (Photo: Mary Dyer statue, Beacon and Bowdoin Streets, Boston.)
~The Marginal Mennonite Society Heroes Series.In questa data nel 1660 (1 giugno), Mary Dyer è stata giustiziata per impiccagione a #Boston, Massachusetts. Era una predicatrice di #Quaker, una delle tante che ha ripetutamente sfidato una legge puritana che vieta i Quaccheri della Colonia della Bay del Massachusetts. Aveva circa 50 anni. Alcune fonti dicono che la sua esecuzione è avvenuta su Boston. In realtà, la forca all’epoca si trovava a circa un miglio sud, nella zona Boston Neck. (Foto: statua di Mary Dyer, Beacon e Bowdoin Streets, Boston. Il mio amico è un po ‘
~ La serie Marginal Mennonite Society Heroes. · Valuta questa traduzione

Una lunga storia d’amore

Quando siete felici fateci caso

 di Esperance H. Ripanti

 28 maggio 2020

Una storia d’amore lunga 70 anni che niente e nessuno potrà dividere e tutti quei momenti di cui è composta una vita, nella sua interezza e nella sua bellezza nascosta

«Mi sento molto meglio adesso» è la frase che Jean Williard (89 anni) ha pronunciato guardando negli occhi e stringendo le mani al marito Walter Williard (90 anni). Sposati da 70 anni, a causa dei problemi di salute della moglie, sono stati separati a inizio 2019. Ma se all’inizio Walter andava a visitare la moglie ogni giorno all’Eddy Memorial Geriatric Center, a causa della pandemia globale i due coniugi sono rimasti separati fino a qualche giorno fa. L’emittente CBS grazie alla collaborazione delle figli Wendy e Wanda, ha avuto la possibilità di riprendere il piccolo e potente attimo esatto dell’unione rinnovata dei due anziani innamorati e uniti nonostante la malattia e il Covid.

Un dettaglio minuscolo nascosto dietro a uno sguardo o a un incontro casuale potrebbe trasformare un attimo qualunque nella tanto ricercata felicità o nella comprensione piena del dolore umano. Occasioni molecolari. Possibilità che, colte e assodate, possono dare tanto da farci chiedere quanto alla fine siano davvero grandi, importanti.
«Ogni singolo gesto, i sapori, l’aria, il tempo, la stoffa, la strada, la persona accanto, il profumo, il panorama, il vento, la porta, il sorriso. Tutto, tutto. La vita non finisce piú, se si sa comprendere ogni singolo momento di un giorno solo».

Francesco Piccolo (Caserta, 1964), vincitore degli ultimi David di Donatello per la migliore sceneggiatura con Il Traditore, è uno scrittore assodato e uno sceneggiatore rinomato per i ritratti e le fotografie realistiche e impressionanti dell’Italia di oggi. Drammi familiari, scaramucce tra amici e grandi classici riproposti in una versione delicata e pensierosa, con l’assenza di pretese e il desiderio – una volta usciti dalla sala del cinema, come si faceva una volta, o chiuso l’ultimo capitolo – di volerne ancora. Diretto, ironico, sentimentale e impertinente al punto giusto, col carattere istrionico e la risposta folgorante, delicata e tagliente, è riuscito ad entrare nelle grazie del pubblico nostrano con testi come “Storie di primogeniti e figli unici”, “La separazione del maschio”; “Il desiderio di essere come tutti”, “L’animale che mi porto dentro”.

Con i “momenti” è entrato nel cuore della gente per la semplicità con cui ha raccontato, mettendosi a nudo, le perle e le perfidie dell’animo umano nella sua intera banalità e meraviglia. Con “Momenti di trascurabile felicità vol.3” (Einaudi, 2010) e “Momenti di trascurabile infelicità” (Einaudi, 2015) Francesco Piccolo ha spogliato dei segreti e delle vergogne i suoi lettori e le loro vite impercettibili.
Risate, lacrime, empatia profonda per via degli stralci di quotidianità improvvisa e spensierata. Così, nel bel mezzo di un tempo sospeso, delle paure più recondite e delle parole luminose che mancano, il 19 maggio 2020, a 10 anni dalla prima edizione è uscito in libreria “Momenti trascurabili vol.3”. Trascurabili e basta, quasi a voler lasciare ai lettori la possibilità di aggiungere l’emozione adatta, il sentimento ideale.

Momenti trascurabili, Francesco Piccolo, Einaudi, 2020, 136 p., 13 euro

Meeting minutes del 31/5/2020: buona domenica

Meeting minutes del 31/5/2020: buona domenica

Dobbiamo opporci all’ingiustizia razziale ovunque sia praticata: nel quartiere dove viviamo, in i nostri luoghi d’affari, e in i nostri contatti con la comunità più ampia. #barringtondunbar#quaker

Cristianesimo significa decisione
Dietrich Bonhoeffer

ALBERTO MIELI: 22 DICEMBRE 1925 – 28 MAGGIO 2018
Alberto Mieli: «Non dovete odiare mai, tenete tanto alla vostra libertà.»
Nato a Roma il 22 dicembre 1925, viene cacciato dalle scuole a causa delle leggi razziali. Viene catturato dai fascisti e dalla Gestapo e deportato nel campo di sterminio nazista di Auschwitz Birkenau non ancora vent’enne, dopo esser passato per il campo di Fossoli.Alberto Mieli, da tutti conosciuto come “Zi Pucchio”, negli ultimi anni è stato uno dei testimoni più attivi nel raccontare la Shoah in Italia. Nel 2015 è stato insignito dell’Università di Foggia della laurea honoris causa in Filologia, letteratura e storia.
«Non c’è ora del giorno o della notte in cui la mia mente non vada a ripensare alla vita nei campi, a quello che i miei occhi sono stati costretti a vedere. Eravamo ebrei. Questa era la nostra unica colpa.»
Tra i testimoni più attivi della Shoah in Italia, il contributo di Alberto Mieli nel narrare la tragedia perpetuata dal nazifascismo è stato in particolare per le giovani generazioni. Grazie di cuore, Alberto. Non ti dimenticheremo mai e continueremo a dare voce al dramma della Shoah.
Per non dimenticare.
Per imparare dagli errori del passato.
Per costruire oggi una società migliore.




   * 1967 Secessione del Biafra dalla Nigeria: è guerra civile

  E’  solo l’errore che ha bisogno del sostegno del governo. La verità si regge da sola. (Thomas Jefferson)

  Preghiamo per la libertà individuale e collettiva dopo il periodo critico di pandemia

L’avventura d’ogni giorno

Signore,
il sole è sorto
e mi metti in mano
una esperienza nuova.
Sarà bella? Sarà noiosa?
Sarà utile?
Non lo so ancora.
Però son certo
che molto dipenda da me.
Questo fammelo capire…
perché spesso rischio
di aspettarmi tutto dagli altri;
tutto da te.
Fammi sentire responsabile
di quello che faccio.
Tu hai creato l’uomo
senza chiedergli il permesso
ti sei però subito legato le mani
e non gli puoi fare niente
se non lo vuole.
Signore,
aiutami a spalancare gli occhi
per vedere dove mi trovo
e chi avrò vicino.
Signore,
aiutami a drizzare bene le orecchie
per raccogliere tutte le voci
che la vita mi invia
e rispondere con coraggio
e fantasia.