Prima i disabili sempre: Oltre un milione di anziani senza assistenza adeguata. E la disabilità peggiora le condizioni

coppia di anziani di spalle mentre camminano su un marciapiede
I risultati del rapporto ISTAT per la Commissione per la riforma dell’assistenza sanitaria e sociosanitaria per la popolazione anziana . Oltre 2,7 milioni presentano comorbilità, gravi disabilità motorie e visive e grave compromissione dell’autonomia

Essere anziani con disabilità e vivere soli, o magari con coniugi a loro volta anziani è una condizione che espone gli over75 al rischio di non avere nessun supporto, soprattutto quando ci sia anche mancanza di relazioni sociali o familiari. Si tratta di una realtà vissuta purtroppo da molti concittadini, e che richiede interventi immediati e mirati sul profilo sociale ed economico, per far sì che a questi anziani – in particolare quelli che si collocano su fasce più basse di reddito – sia garantito il diritto alla salute e all’assistenza, possibilmente evitando che debbano essere trasferiti e ricoverati in RSA , ospedali o case di riposo, e possano invece rimanere a casa, col dovuto supporto.

1,3 MILIONI DI ANZIANI SENZA AIUTO
Per capire l’entità del fenomeno è utile la consultazione dei risultati di una recente indagine dell’ISTAT che ha indagato le condizioni di fragilità e la domanda di assistenza sociale e sanitaria delle persone con oltre 75 anni. Come macro dato, la ricerca ha rilevato come circa 1,2 milioni di over 75, su un totale di circa 6,9 milioni (ovvero il 18,8%), dichiarino di non ricevere aiuto adeguato in relazione ai bisogni della vita quotidiana e alle necessità di tutti i giorni.

ESSERE ANZIANI CON DISABILITÀ
Su 6,9 milioni di over 75, oltre 2,7 milioni hanno problemi motori, comorbilità e severe o moderate compromissioni dell’autonomia nello svolgimento delle attività quotidiane di cura e strumentali.
L’80% di questi anziani soffre di almeno 3 patologie croniche, ancora un 80% ha gravi limitazioni motorie e almeno un terzo ha severe compromissioni delle attività di cura personale e/o strumentali della vita quotidiana.

VIVONO SOLI
E’ stato inoltre indagato se e quanto aiuto ricevano questi anziani (da familiari, o da privati a titolo gratuito o a pagamento, o anche tramite qualsiasi tipo di assistenza domiciliare).
I risultati hanno fatto emergere che ben 638.913 individui sono completamente soli, mentre 372.735 vivono con conviventi anziani: sono oltre un milione di persone (14,7%) che vivono in abitazione da soli o molto spesso con un coniuge comunque anziano senza un adeguato supporto.

FASCE DI REDDITO BASSE
Quasi 100mila over 75 soli sono anche collocati nella fascia di reddito più bassa (che al massimo raggiunge i 650 euro mensili).
Inoltre, tra le persone sole in condizioni economiche più disagiate, il 72% dichiara severe difficoltà motorie, comorbilità e severa compromissione dell’autonomia: quota che scende al 64% nel caso di over 75 senza aiuto o con aiuto insufficiente.

BARRIERE ARCHITETTONICHE
Circa 400mila persone over 75 dei 2,7 milioni di con difficoltà motorie e gravi problemi di autonomia nella vita quotidiana vivono inoltre in case con barriere architettoniche, a causa delle quali devono fare i conti anche con difficoltà nella mobilità.

Per approfondire

Il rapporto completo

Disabili.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...