Meeting Minutes

Meeting Minutes

Aspiro alla libertà
Se mi arrenderò al piacere, dovrò arrendermi anche al dolore, alla fatica, alla povertà; anche l’ambizione e l’ira vorranno le mie energie, anzi sarò straziato fra tante passioni. Aspiro alla libertà; questo è il premio a cui sono rivolte tutte le mie fatiche. Mi chiedi che cosa sia la libertà? È indipendenza da ogni cosa, da qualunque circostanza esterna, da qualunque necessità.
Seneca

“Sono felice che ci venga concesso di capire sempre di piú, e di approfondire, di giorno in giorno, la conoscenza della vita…I sentimenti sono piú profondi e grandi delle possibilità espressive. Non so ancora in quale ambito cercare i miei strumenti. Aspettare e ascoltare ed essere paziente; fare le cose di ogni giorno: diventare sempre di piú me stessa e al tempo stesso un anello del tutto: e nessuna consumata imitazione…Devi diventare uno strumento, non solo nella mente ma anche nel corpo”

Etty Hillesum – Preghiera della Luce per la protezione di Israele oggi minacciata dai razzi Hamas – Israele è uno Stato sacro per noi non quaccheri non liberali

Elizabeth Fry è nata #OTD nel 1780! La nota attivista della riforma carceraria aveva forti connessioni a Londra, avendo trascorso gran parte della sua vita adulta a Tower Hamlets (Brick Lane), Newham (East Ham, West Ham, Forest Gate e Stratford) e Barking e Dagenham. Lascia che ti diciamo di più…Nata nel 1780 in una importante famiglia quacchera a Norfolk, Betsy (come era meglio conosciuta) si trasferisce a Brick Lane dopo il suo matrimonio con Joseph Fry, un collega quacchero. La morte di suocero nel 1808 ha portato la famiglia a trasferirsi nella sua nuova casa ereditata a East Ham (Plashet House). C ‘ è un busto di Elizabeth Fry nella East Ham Library; e Katherine Road (Forest Gate) prende il nome da Katharine, uno dei 11 figli di Elizabetta Fry, e uno storico di East ham.Un po ‘ annoiato dalla domesticità dopo aver avuto 11 figli, nel 1811 Betsy divenne ministro della Società religiosa degli amici, e presto creò un collegio per ragazze in una grande casa di fronte alla sua casa a Plashet, East Ham. Elizabeth divenne una formidabile sostenitrice del miglioramento delle condizioni per le donne in carcere; si è battuta contro l’uso di manicole in carcere, contro la mostra pubblica delle donne prigioniere, contro le navi da trasporto, il confinamento solitario e soprattutto la pena capitale. Il suo contributo significativo alla riforma del carcere femminile è stato riconosciuto quando è apparsa su una banconota britannica, una nota da 5 dollari (2001-2016), la prima donna non reale in assoluto a farlo. Mentre Elizabeth Fry è molto conosciuta per le sue attività di riforma carceraria, è stata anche coinvolta nell’indagine e nella proposta di riforme nei manicomi mentali, come erano noti allora. Per più di 25 anni ha visitato ogni nave carcerata in partenza per l’Australia e ha promosso la riforma del sistema navale carcerato. Ha lavorato per migliorare gli standard infermieri e ha stabilito una scuola infermieristica che ha influenzato il suo lontano parente, Florence Nightingale. Lavorava per l’istruzione delle donne lavoratrici, per un migliore alloggio per i poveri ed era responsabile della creazione di minestre.A seguito della morte di Elisabetta nel 1845, all’età di 65 anni, fu inizialmente sepolta nel terreno di sepoltura della Barking Friend’s Meeting House, ma fu trasferita a seguito della chiusura del terreno di sepolcro di Barking e della ristrutturazione del terreno di semulazione a Wanstead Friends House a Bush Wood, dove rimane.Il rifugio Elizabeth Fry, un’associazione di beneficenza registrata, continua l’eredità di Elisabetta. Diventato un ostello per donne in libertà vigilata nel 1949. Trasferita a Reading nel 1962, il suo lavoro continua nella sua memoria.

Non viviamo forse ogni giorno una vita intera? E ha molta importanza se viviamo qualche giorno in più o in meno?
Etty Hillesum

  • 192 La mafia uccide il giudice Giovanni Falcone, la moeglie e tre uomini della scorta:
  • Lag ba – Omer (ebraismo)
  • Anniversario della dichiarazione della dichiarazione del Bab (baha’i)
  • 1956 nasce a San Benedetto del Tronto Andrea Pazienza , scrittore , fumettistica e pittore
    ” Il Signore dei tempi è Dio. Il punto di svolta dei tempi è Cristo. Il vero spirito del tempo è lo Spirito Santo”
    Dietrich Bonhoeffer
    Il consiglio di lettura è per la pagina su ecumenici.it “Storia dei quaccheri”, duro lavoro manuale di digitalizzazione di ciò che esiste in commercio oggi..

In memoria di ieri

In questa data, nel 1557 (22 maggio), cinque anabattisti sono stati bruciati sul rogo ad Anversa, Belgio. I loro nomi erano: Jeronimus van der Capellen, Laurens van Gelder, Pieter de Meulenaer (noto anche come Pieter the Miller), Jacob van Yperen e Maerten de Wael (noto anche come Maerten il Vallone).Lo specchio dei martiri dice che sono stati decapitati. Vedi pagina 569.Jeronimus era di Bruxelles (circa 45 km a sud). Era un produttore di vasi di stagnoli per commercio. Laurens era di Kortrijk (circa 100 km a sud-ovest). Pieter era un mugnaio e un tessitore. Maerten era di Douai, Francia (circa 150 km a sud-ovest). La moglie di Jeronimus, Margriete, e la moglie di Maerten, Clairette, sono stati giustiziati qui 6 settimane dopo.~ La serie di esecuzioni anabattiste di Marginal Mennonite Society

Potrebbe essere un'immagine raffigurante attività all'aperto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...