Joe Biden ha firmato uno storico memorandum per i diritti LGBTQ a livello globale

“Combattere la discriminazione, proteggere i rifugiati LGBTQ e i richiedenti asilo”, ha sottolineato il neopresidente USA.

Joe Biden ha firmato uno storico memorandum per i diritti LGBTQ a livello globale (Joe Biden presidente)

Joe Biden, presidente degli Stati Uniti d’America, ha ieri firmato uno storico memorandum in difesa dei diritti LGBT a livello globale. Ad annunciarlo il consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca Jake Sullivan.

Riflette il suo profondo impegno per questi temi sia qui negli Stati Uniti che in tutto il mondo“, ha sottolineato Sullivan ai giornalisti. “Gli Stati Uniti si pronunceranno e agiranno per conto dei diritti LGBT“.

Per rimettere ulteriormente in sesto la nostra leadership morale, sto pubblicando un promemoria presidenziale per rinvigorire la nostra leadership sulle questioni LGBTQI e farlo a livello internazionale“, ha detto Biden ai giornalisti durante il suo primo discorso sulla politica estera. “Faremo in modo che la diplomazia e l’assistenza straniera possano lavorare per promuovere i diritti delle persone, combattendo la discriminazione e proteggendo i rifugiati LGBTQ e i richiedenti asilo“.APPROFONDISCICasa Bianca, subito una storica novità LGBT sul sito ufficiale: sarà l’amministrazione più inclusiva di sempre?

America is back. Diplomacy is back“, ha insistito Biden. “Ricostruiremo le alleanze, saremo impegnati nel mondo, difenderemo la democrazia, i diritti umani. Affronteremo la sfida del cambiamento climatico“.

La difesa dei diritti LGBTQ + è stata uno dei punti chiave della campagna presidenziale di Biden, che ha promesso di approvare nei suoi primi 100 giorni di presidenza l’Equality Act, provvedimento contro ogni tipo di discriminazione che estenderebbe le protezioni dei diritti civili alle persone Lgbt. Il disegno di legge, che andrebbe ad ampliare il Civil Rights Act del 1964, includendo l’identità di genere e l’orientamento sessuale tra le categorie protette dalla discriminazione a livello federale, coinvolgerebbe protezioni che riguardano il lavoro, richieste di prestiti, istruzione, alloggi pubblici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...