La Scozia rende gratuite le protezioni igieniche

La Scozia rende gratuite le protezioni igieniche
(immagine : Sandor Molnar | https://pixabay.com/fr/users/molisandor-518379/?utm_source=link-attribution&utm_medium=referral&utm_campaign=image&utm_content=507422)

Il 24 novembre il Parlamento scozzese ha approvato all’unanimità una legge che prevede la tutela gratuita della salute. Questa è una novità mondiale!

Di Anastasis Mauriac

Il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon dice di essere “orgogliosa di aver votato per questa legge rivoluzionaria”. Per combattere la precarietà mestruale, la deputata laburista Monica Lennon ha lottato duramente per far accettare il testo, lottando per quattro anni contro i membri conservatori del governo.

Ha vinto la sua prima battaglia nel 2018, quando è stata approvata la sua legge sulla protezione sanitaria gratuita nelle scuole e nelle università. L’operazione per rendere gratuita la tutela dell’igiene a livello nazionale costerà al governo circa 11 milioni di euro all’anno. Seguirà il modello di distribuzione gratuita di preservativi introdotto nel 2012[1].

Nella sua proposta di legge, Monica Lennon menziona le donne trans e afferma che anche loro sono vittime della precarietà mestruale e quindi saranno beneficiarie della legge. Spera che questa iniziativa scozzese “invii un segnale al mondo che sia possibile attuare il libero accesso universale alle protezioni periodiche”. In effetti, la precarietà mestruale è un vero e proprio problema sociale che colpisce molte famiglie.

Plan International UK ha condotto un’indagine nel 2017 rivelando che, su un campione rappresentativo di 1.000 giovani donne tra i 14 e i 21 anni, circa una su dieci non poteva permettersi di acquistare una protezione mestruale nel Regno Unito.

Analogamente, in Francia, secondo l’associazione Règles élémentaires, quasi 1,7 milioni di donne francesi sono vittime della precarietà mestruale. In Francia sono state messe in atto iniziative a livello individuale e regionale. Diverse università francesi, come Rennes 2 e la Sorbona, hanno installato nei loro stabilimenti dei distributori gratuiti di protezioni igieniche. Un’iniziativa replicata dalla regione Île-de-France per l’inizio dell’anno scolastico 2020 in dodici scuole superiori della regione di Parigi.

Infine, il 28 maggio, in occasione della Giornata mondiale dell’igiene mestruale, l’ex segretario di Stato per l’uguaglianza tra donne e uomini, Marlène Schiappa, ha annunciato “la sperimentazione di una tutela igienica gratuita per alunne e studentesse delle scuole secondarie, donne detenute, precarie e senzatetto” [2] Non possiamo che sperare che la Francia segua l’esempio della sua amica scozzese.

Tradotto dal francese da Francesca Grassia. Revisione: Silvia Nocera

[1] NHS HI-Net Grampian, free condoms distribution handbook, L Allerton.

[2] L’Ecosse rend les protections périodiques gratuites pour toutes les femmes, Elle, novembre 2020.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...