Invito a Verona

Testimonianza riportata sui nostri siti , mailing list e gruppi e pagine facebook:

#TRACCE

UN FURGONE CARICO DI SPERANZE

Lorenzo volontario di #onebridgetoidomeni è sceso in aprile al Community Center di #Sarajevo portando materiale raccolto dall’associazione a sostegno dei migranti che attraversano la rotta balcanica. Qui riportiamo un estratto della sua testimonianza.

E’ l’11 Aprile 2019, forse un giorno che non mi dimenticherò mai, ho appena passato la frontiera croato-bosniaca nella cittadina di Slavonski Brod e sto piangendo, non per dolore o delusione ma per felicità. Una felicità che è data dagli sforzi, impegni e sacrifici dei mesi precedenti, lacrime di gioia che scendono lentamente lungo il viso mentre sono alla guida del furgone carico di materiali per aiuti umanitari in direzione Sarajevo.
Con me ho più di 200 chili tra scarponi, sacchi a pelo, tende, berretti, guanti e calzini, tutti materiali che sono arrivati grazie a donazioni spontanee di gente comune, famiglie, amici, conoscenti e non; persone sconosciute che si sono presentate la domenica mattina sotto casa dicendo: “Ehi, ho visto tramite un amico che stai facendo una raccolta di beni da portare in Bosnia, questi sacchi a pelo potrebbero andare?”
Più che una raccolta di materiali è stata una raccolta di sorrisi, di raccomandazioni, di gesti e di incoraggiamenti; un vedere una flebile luce di speranza riprendere vigore in questo mondo, dove la paura e l’odio hanno molta più voce di gesti quotidiani di rispetto, di fratellanza, di umanità.

One Bridge To Idomeni purtroppo non è più presente sul territorio bosniaco ma i racconti dei nostri volontari restano un’importante testimonianza del nostro lavoro, della rilevanza che ha avuto sia per noi che siamo partiti, sia per le persone migranti che abbiamo potuto conoscere e aiutare quotidianamente.
Ogni storia è un documento prezioso poiché riporta una condizione, quella del volontario, che è tesa a cambiare una realtà che ci sta stretta, che può e deve essere diversa, migliore.
È dai piccoli gesti, dalla generosità e disponibilità nel portare un aiuto, che vogliamo vivere questo cambiamento.

Restiamo umani.

#tracce #testimonianza #volunteers #bosnia #opentheborders#noborders #wearehuman #welcomerefugees

#lascalalausiamoperscavalcareimuri #onebridgetoidomeni

62186355_1405465322929326_5808963995352170496_n

Dettagli

Pronti per la quarta edizione dell’evento organizzato da One Bridge To Idomeni per la Giornata Mondiale del Rifugiato.

Seguendo il tema dell’anno scorso – la coesione sociale: cosa comporta incontrare il migrante ed accoglierlo in città – il 20 giugno ci ritroveremo a Forte Sofia a per discutere di un sintomo che si sta manifestando in varie diramazioni della nostra città, ma non solo.

Parliamo del desiderio, di parte della cittadinanza, di riprendersi una potenza, uno spazio di decisione in alternativa al potere statale – la volontà di riappropriarsi di un’attività politica.

Quest’anno mostreremo come di fronte alle tragedie delle politiche nazionali, fondate sulla difesa di confini e la discriminazione, siano già in atto alcune esperienze capaci di rispondere alle domande: come reagire? Quali sono i nostri poteri? Come si possono esplicare?

Il titolo della giornata sarà: “stranieri-residenti: re-inventare le pratiche politiche fuori dalle istituzioni”

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

16.30 – Apertura cancelli di Forte Sofia
17.30 – Dibattito con Fabrice Olivier Dubosc, Elly Schlein, Baobab Experience
18.30 – Aperitivo con DJ Leo (Leonardo Zanfretta)
19.45 – Cena Sri-lankese
20.45 – Inizio concerto con C+C=Maxigross, The Busters Crew DJ Eazy (Rasman JO Hallis) & Godspower di Stregoni network Verona
23.30 – Chiusura

APPUNTAMENTI

18.00 – Riproduzione in loop del documentatrio MIAA globalvillage
19.45 – Testimonianza in cima al forte con ivolontari One Bridge To Idomeni
20.00 – Performance artistica di Cibo

Con la partecipazione di :
Forte Sofia
Associazione Interzona
Associazione SDV
BogOn
Senegambia Youths Association
EMERGENCY Verona
Amnesty International – Italia
Amnesty International Verona
ANPI Verona
Frangipane ONLUS
Osservatorio migranti Verona
Monastero del Bene Comune
Africa’s friends
veronetta129
Associazione Le Fate onlus
Cooperativa Le Rondini Altromercato Verona – Commercio Equo e Solidale
Ronda della Carità Amici di Bernardo Onlus Verona
Libera Verona

Un ringraziamento speciale ad Eric Mangen Worx per il murales che è diventato l’immagine della locandina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...