Pensiero del 26 del terzo mese

26 del terzo mese

La persona che non sapesse che gli occhi possono vedere e non li aprisse mai, sarebbe da compatire molto. Ma ancora più da compatire è chi non capisce che la ragione gli è data perché sopporti tranquillamente ogni genere di avversità. Con l’aiuto della ragione possiamo affrontare ogni avversità. Chi vive secondo ragione non incontra nella vita avversità insormontabili: non esistono per lui . Al contrario , quanto spesso, invece di guardare diritto in faccia a una avversità, ci sforziamo , da pusillamini , di sottrarcene! Non è forse meglio rallegrarsi che Dio ci abbia dato il potere di non amareggiarci per quello che ci accade malgrado il nostro volere, e di ringraziarLo perché Egli ha sottomesso la nostra anima solo a quello che dipende da noi stessi? Egli non ha sottomesso la nostra anima né ai nostri genitori, né ai fratelli, né alla ricchezza , né al nostro corpo, né alla morte. Egli, nella sua bontà, l’ha sottomessa a quella sola cosa che dipende da noi, alla nostra capacità di intendere.

Epitteto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...