… e i vagoni tornavano vuoti – ANGELO BORSETTA

… e i vagoni tornavano vuoti

 

ANGELO BORSETTA

“Alla stazioncina di Prospiano arrivavano vagoni carichi di materiale per lo stabilimento ma per ordine del comando tedesco, dovevano tornare a Milano immediatamente una volta vuoti perchè il materiale rotabile era poco e ridotto in misere condizioni.

Allo stabilimento era stato dato l’ordine di caricare sui vagoni vuoti cilindri di rameche erano rimasti scoperti.

Naturalmente noi non volevamo e quindi, una volta scaricati i vagoni, il capostazione non permetteva, daccordo con noi, che sostassero e li spediva subito indietro vuoti.

Il gioco ci riuscì per qualche tempo ma alla fine. su richiesta precisa del comando tedesco, che aveva gli uffici lì vicino, dovevamo deciderci a consegnare i cilindri e ne caricammo un vagone.

Per fortuna erano pochi.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...